DeepLog Portal

../_images/deeplog_portal_logo.png

1. Informazioni generali

Il dispositivo DeepLog si occupa di acquisire ed immagazzinare dati dal campo che saranno in seguito inviati verso una o più destinazioni raggiungibili tramite rete dati a seconda delle esigenze del cliente. Le possibili metodologie di invio dati attualmente disponibili sono:

  • HTTPS
  • FTP
  • Email

Scegliendo i metodi FTP e Email sarà il cliente ad occuparsi della configurazione dell’intero sistema andando ad inserire nel dispositivo i parametri necessari al corretto funzionamento e preoccupandosi di gestire i dati ricevuti dallo stesso.

Il metodo HTTPS è invece stato pensato per interagire con il servizio DeepLog Portal andando a costituire un sistema pronto all’uso al fine di sfruttare al meglio le funzionalità di DeepLog. La comunicazione tra i dispositivi e DeepLog Portal avviene attraverso un protocollo criptato che garantisce la massima sicurezza nella trasmissione dei dati ed un’elevata flessibilità nella gestione degli stessi.

Tramite DeepLog Portal è possibile:

  • Configurare i dispositivi
  • Definire eventi ed allarmi che portino ad una segnalazione verso il personale reperibile
  • Visualizzare ed esportare i dati inviati dai dispositivi
  • Aggiornare il software dei dispositivi

L’interfaccia Web di Deeplog Portal è accessibile da qualunque dispositivo dotato di connessione internet (PC, laptop, smartphone, tablet) e costituisce un unico punto di raccolta dei dati provenienti da tutti gli impianti gestiti dal cliente.

1.1. Struttura del sistema

DeepLog Portal è stato pensato per dare la massima flessibilità ai clienti che intendono utilizzarlo, dando loro la possibilità di organizzare la suddivisione dei dispositivi a seconda delle loro esigenze. Per questo motivo il sistema si regge su una struttura ad albero formata dai seguenti elementi:

  • Customer
  • Dominio
  • Dispositivi
  • Utenti
../_images/system_hierarchy1.png

Il Customer è il cliente che si interfaccia direttamente con Nethix ed è il titolare dell’account e del canone. Ogni Customer ha la possibilità di gestire uno o più Domini. Per dominio si intende un insieme di Dispositivi. Oltre che al Customer, gli Utenti vengono infine legati ai Domini.

Grazie a questa suddivisione, supponendo che un Customer abbia a sua volta dei clienti, o che intenda semplicemente raggruppare tra loro dispositivi appartenenti agli stessi impianti/aree, avrà la possibilità di creare più domini. Ad ogni dominio creato potrà quindi decidere quali utenti abilitare e quali no.

Ci sono infine 3 tipologie di utenti, ciascuna con diversi privilegi:

  • Admin È l’utente associato al customer. Ha la possibilità di gestire tutti i suoi domini e tutti i suoi dispositivi. Può inoltre creare utenti di tipo User e Monitoring
  • User Può essere creato da un utente Admin e può creare utenti Monitoring. Ha la possibilità di gestire i domini a cui l’utente admin ha deciso di dare accesso, e tutti i dispositivi ad essi associati
  • Monitoring Non può creare altri utenti. Una volta effettuato l’accesso ha la possibilità di visualizzare i dati e lo stato dei dispositivi che fanno parte dei domini a cui è stato abilitato. Contrariamente all’utente di tipo User, però, non può apportare modifiche di nessun tipo.

1.2. Interfaccia Web

Per accedere a DeepLog Portal è sufficiente digitare il seguente indirizzo in un comune browser (consigliati Google Chrome e Mozilla Firefox):

https://deeplog.nethix.com

Verranno chieste le credenziali di accesso associate all’utente, tramite le quali sarà possibile effettuare il login:

../_images/login7.png

L’interfaccia Web di DeepLog Portal è formata principalmente da 4 diversi elementi: header, menu, content (corpo centrale) e footer. Ad esclusione del content, gli altri elementi rimangono gli stessi indipendentemente dalla pagina visualizzata:

../_images/web_gui.png

1.2.3. Corpo centrale

Nel corpo centrale dell’interfaccia Web di DeepLog Portal vengono visualizzate le informazioni ed opzioni specifiche della pagina selezionata dal menu.

../_images/content.png

Sebbene il contenuto cambi a seconda della sezione selezionata la struttura del corpo centrale prevede sempre 3 diversi elementi: parte superiore, nella quale viene riportato il nome della pagina che si sta visualizzando, parte centrale, in cui vengono visualizzati gli elenchi di domini, dispositivi ed utenti presenti ed infine la parte inferiore in cui sono presenti (se i privilegi dell’utente lo prevedono) i tasti che consentono di salvare, annullare o aggiungere voci agli elenchi.

2. Gestione domini

Una volta effettuato l’accesso a DeepLog Portal la prima pagina visualizzata è quella relativa alla lista dei Domini. I domini possono essere visti come dei “contenitori” di dispositivi e la loro presenza consente agli utenti Admin di poter organizzare i diversi DeepLog in loro possesso.

Se gli utenti Admin hanno infatti la possibilità di visualizzare e gestire tutti i dispositivi associati al loro Customer (ovvero la persona o l’azienda di riferimento che sottoscrive il canone di utilizzo del portale con Nethix), essi possono decidere di creare utenti con privilegi inferiori e di abilitarli solo ad una parte dei domini disponibili.

Di conseguenza, utenti di tipo User e Monitoring avranno accesso solo ad alcuni dei DeepLog disponibili.

Selezionando dal menu la voce Domini, verrà quindi visualizzata la seguente schermata:

../_images/domain.png
  • 1 In questa colonna viene riportato il nome del dominio
  • 2 Il dominio predefinito è quello che verrà visualizzato per primo dopo aver effettuato l’accesso
  • 3 Cliccando questa icona è possibile stampare la lista dei domini presenti
  • 4 Se è presente il check nella colonna Invio dati, significa che i dispositivi associati a quel dominio sono abilitati ad inviare dati a DeepLog Portal
  • 5 La colonna Modifica/Elimina è visibile solo agli utenti di tipo Admin
  • 6 Tramite lo strumento ricerca sarà possibile cercare il nome di un dominio tra la lista di quelli disponibili
  • 7 Cliccando l’icona a forma di matita, sarà possibile editare il dominio selezionato
  • 8 Abilitando l’icona sarà in seguito possibile eliminare il/i dominio/i
  • 9 Cliccando Elimina si andranno a cancellare i dispositivi selezionati con l’icona descritta nel punto precedente. Cliccando il tasto Add si andrà invece ad aggiungere un nuovo dominio
  • 10 Tramite il menu a tendina è possibile scegliere se visualizzare 10, 25, 50 o 100 domini per ogni pagina
  • 11 Tramite i tasti di navigazione è possibile spostarsi attraverso le varie pagine dell’elenco

Se i privilegi dell’utente lo prevedono, è possibile cliccare il tasto Aggiungi al fine di aggiungere un nuovo dominio.

../_images/new_domain.png
  • Nome Permette di impostare il nome del nuovo dominio
  • Dominio predefinito Se abilitata, rende l’attuale dominio quello principale, ovvero quello che verrà visualizzato appena effettuato il login a DeepLog Portal. Il Default domain è inoltre l’unico a non poter essere cancellato
  • Invio dati Abilitando questa opzione, i DeepLog associati al dominio avranno la possibilità di inviare dati a DeepLog Portal
  • Utenti Per abilitare uno o più utenti a poter accedere al dominio in questione, andranno selezionati dalla lista Available e spostati a destra nella lista Selected

Cliccando Salva si andranno a confermare le modifiche, cliccando Indietro le modifiche verranno invece ignorate e si passerà alla schermata precedente.

Una volta creato un dominio, sarà possibile selezionarlo dalla lista dei domini disponibili ed aggiungervi uno o più dispositivi.


3. Lista dei dispositivi

Esistono due modi per accedere alla lista dei dispositivi:

  • Selezionando la voce Dispositivi → Elenco dei dispositivi dal menu
  • Selezionare un dominio dalla sezione Domini del menu

Nel primo caso vengono visualizzati tutti i DeepLog a cui l’utente è abilitato, indipendentemente dal loro dominio di appartenenza. Nel secondo caso vengono invece mostrati soli i dispositivi associati al dominio scelto.

../_images/devices.png
  • 1 Nel riquadro posto sulla sinistra vengono visualizzate alcune informazioni generali del dispositivo come:
    • Modello Il modello del dispositivo (DeepLog)
    • Ultima connessione: Data e ora dell’ultimo dato inviato dal dispositivo
    • S/N Serial Number univoco del dispositivo
    • Batteria Stato della batteria del dispositivo. Lo stato è espresso mediante l’utilizzo di icone: batt_ok indica che la batteria ha ancora carica residua, batt_unknown significa che lo stato della batteria non è noto (generalmente viene visualizzato solo quando il dispositivo non ha ancora effettuato il primo invio), batt_low indica invece che la batteria ha una carica residua inferiore al 10% della sua capacità
    • Versione Visualizza la versione software attualmente installata nel dispositivo. Oltre alla versione, potrebbero essere visualizzate anche delle icone: new_update indica che è disponibile una nuova release, fw_update indica invece che è già in corso un aggiornamento
    • Connettività Questa voce appare solo nel caso in cui siano presenti degli Eventi di connettività (che verranno descritti in seguito). L’icona conn_error indica che è stata intercettata una condizione critica (ad esempio DeepLog non ha inviati i dati al portale entro il tempo prestabilito) mentre l’icona conn_ok indica che non ci sono problemi di connettività tra il dispositivo e DeepLog Portal
  • 2 In questa area viene visualizzato l’ultimo stato noto degli ingressi del dispositivo selezionato. I valori visualizzati corrispondono a quelli dell’ultimo dato inviato da DeepLog
  • 3 L’icona edit_delete consente di editare o cancellare il DeepLog selezionato. Entrando in modalità edit, gli utenti di tipo Admin avranno la possibilità di cambiare il nome del dispositivo, il dominio di appartenenza e di abilitare/disabilitare il consenso all’invio dei dati
  • 4 Il tasto Aggiungi, disponibile solo per utenti di tipo Admin consente di aggiungere un nuovo dispositivo. La pagina corrisponde a quella visualizzata in modalità edit:
../_images/create_device.png

Una volta inserite le informazioni richieste è possibile confermare cliccando Salva o annullare cliccando Indietro.


4. Gestione dei dispositivi e dei dati raccolti

Cliccando il nome di un DeepLog tra quelli presenti in lista è possibile accedere all’area nella quale visualizzare i dati raccolti e configurare alcune funzionalità aggiuntive.

L’area è divisa in 4 sezioni:

  • Dashboard
  • Configurazione
  • Log
  • Tasks
../_images/device_monitoring.png

4.1. Dashboard

La prima sezione ad essere mostrata è quella relativa alla Dashboard.

../_images/dashboard1.png

La parte superiore della pagina mostra gli stessi dati disponibili dall’elenco dei dispositivi:

  • 1 Nel riquadro posto sulla sinistra vengono visualizzate alcune informazioni generali del dispositivo come:
    • Modello Il modello del dispositivo (DeepLog)
    • Ultima connessione: Data e ora dell’ultimo dato inviato dal dispositivo
    • S/N Serial Number univoco del dispositivo
    • Batteria Stato della batteria del dispositivo. Lo stato è espresso mediante l’utilizzo di icone: batt_ok2 indica che la batteria ha ancora carica residua, batt_unknown2 significa che lo stato della batteria non è noto (generalmente viene visualizzato solo quando il dispositivo non ha ancora effettuato il primo invio), batt_low2 indica invece che la batteria ha una carica residua inferiore al 10% della sua capacità
    • Versione Visualizza la versione software attualmente installata nel dispositivo. Oltre alla versione, potrebbero essere visualizzate anche delle icone: new_update2 indica che è disponibile una nuova release, fw_update2 indica invece che è già in corso un aggiornamento
    • Connettività Questa voce appare solo nel caso in cui siano presenti degli Eventi di connettività (che verranno descritti in seguito). L’icona conn_error2 indica che è stata intercettata una condizione critica (ad esempio DeepLog non ha inviati i dati al portale entro il tempo prestabilito) mentre l’icona conn_ok2 indica che non ci sono problemi di connettività tra il dispositivo e DeepLog Portal
  • 2 L’icona edit_delete2 consente di editare o cancellare il DeepLog selezionato. Entrando in modalità edit, gli utenti di tipo Admin avranno la possibilità di cambiare il nome del dispositivo, il dominio di appartenenza e di abilitare/disabilitare il consenso all’invio dei dati
  • 3 In questa area viene visualizzato l’ultimo stato noto degli ingressi del dispositivo selezionato. I valori visualizzati corrispondono a quelli dell’ultimo dato inviato da DeepLog

La parte inferiore della pagina consente invece di visualizzare un grafico dei dati raccolti:

  • 4 Area del grafico. Il grafico supporta il multi-trace (possono quindi essere visualizzati i dati di più ingressi allo stesso momento)
  • 5 Cliccando l’icona calendar viene data la possibilità di selezionare l’intervallo di tempo di cui graficare i dati presenti
  • 6 Legenda del grafico

4.2. Configurazione del dispositivo

Selezionando la sezione Configurazione si avrà la possibilità di accedere all’area dalla quale sarà possibile configurare il proprio dispositivo DeepLog. La configurazione permette di modificare i parametri relativi a:

  • Connettività
  • Campionamento dei dati
  • Invio dati
  • Ingressi analogici
  • Ingressi digitali
  • Eventi di connettività
../_images/config.png

Warning

Le modifiche effettuate in questa pagina vengono salvate da DeepLog Portal e messe a disposizione del dispositivo. L’effettiva applicazione delle modifiche avverrà infatti alla prima volta utile in cui il dispositivo si collegherà con il portale (ad esempio per inviare i dati secondo le tempistiche impostate dall’utente).

4.2.1. Connettività

Cliccando su Connettività verrà visualizzata l’area che consente di configurare alcuni dei parametri fondamentali ai fini del corretto funzionamento della connessione dati della SIM card.

../_images/networking.png
  • APN L’APN (Access Point Name) è una particolare opzione da configurare per il corretto funzionamento delle rete dati. Il parametro da impostare varia a seconda dell’operatore telefonico della SIM card inserita all’interno del dispositivo. Per ulteriori informazioni, rivolgersi al proprio operatore o consultarne il sito Web.
  • Ping server Consente di impostare un server verso il quale DeepLog effettuare dei ping con cadenza regolare. Lo scopo è quello di verificare se la connessione consente al dispositivo di interfacciarsi con l’esterno. Salvo necessità specifiche del cliente, può essere lasciata l’impostazione di default (keepalive.nethix.com)
  • NTP server 1 e 2 Consentono di specificare fino a 2 server NTP. L’NTP (Network Time Protocol) è un sistema che permette la sincronizzazione di data ed ora ai dispositivi che lo richiedono. DeepLog, una volta stabilita una connessione dati, andrà quindi a richiedere la data ed ora esatte al server specificato. Salvo necessità specifiche del cliente, si possono mantenere le impostazione di default (0.europe.pool.ntp.org e 1.europe.pool.ntp.org)

4.2.2. Campionamento dei dati

Cliccando su Campionamento dei dati verrà visualizzata l’area che consente di specificare ogni quanto DeepLog debba avviarsi per leggere i valori dei sensori ad esso collegati.

../_images/sampling.png

Le opzioni disponibili sono:

  • 1 minuto
  • 5 minuti
  • 15 minuti
  • 30 minuti
  • 1 ora
  • 3 ore
  • 6 ore
  • 12 ore
  • 24 ore

Viene data inoltre la possibilità di inserire un valore nel campo Tempo di avvio dei sensori (secondi): tramite questo parametro si andrà ad indicare per quanto tempo DeepLog debba alimentare eventuali sensori attivi (quei sensori cioè che richiedono una fonte di alimentazione esterna).

Warning

La frequenza con cui è richiesto l’avvio di DeepLog e la durata del tempo di avvio dei sensori (oltre che l’assorbimento in corrente degli stessi) influiscono sensibilmente sulla durata della batteria.

4.2.3. Invio dei dati raccolti

Una volta specificato il tempo di campionamento dei dati nella memoria interna del dispositivo, sarà possibile selezionare l’opzione Invio dati per definire ogni quanto DeepLog dovrà inviare i dati immagazzinati e verso chi.

../_images/sending_time.png

Come si può notare dall’immagine precedente, il primo parametro richiesto è quello relativo al Tempo di invio dati. Questo parametro è univoco per tutti i metodi di invio ed è strettamente legato al Tempo di campionamento descritto nel paragrafo precedente. È infatti possibile richiedere che DeepLog campioni i sensori collegati con una certa cadenza, e che li vada ad inviare con una cadenza diversa.

Ad esempio, specificando un Tempo di campionamento di un’ora, ed un Tempo di invio dati di 24 ore, DeepLog verrebbe avviato (uscendo dallo stato di risparmio energetico) 24 volte al giorno, inviando però i dati una sola volta (stabilendo così una sola connessione dati al giorno).

Le opzioni disponibili sono:

  • 15 minuti
  • 30 minuti
  • 1 ora
  • 6 ore
  • 12 ore
  • 24 ore
  • 2 giorni
  • 1 settimana

Warning

La frequenza con cui è richiesto l’invio dati da parte di DeepLog influisce sul numero di connessioni dati richieste e quindi sulla durata della batteria.

Esistono 3 diversi metodi di invio dei dati da parte di DeepLog e sono attivabili simultaneamente. I metodi di invio dati disponibili sono: HTTPS, FTP e Email.

HTTPS

Il metodo HTTPS è quello che consente ai dispositivi DeepLog di inviare dati verso DeepLog Portal.

../_images/https.png

Per il corretto funzionamento del sistema, lasciare invariati i parametri di default:

  • URL deeplog.nethix.com
  • Porta 443

FTP

L’invio dei dati tramite questo metodo prevede che il cliente sia intenzionato ad avviare un proprio server FTP. In questo caso i dati vengono infatti inviati in formato .csv in modo tale che possano essere facilmente processati una volta ricevuti.

../_images/ftp.png

I parametri richiesti sono quelli utilizzati normalmente in un sistema di questo tipo:

  • URL Indirizzo del server FTP a cui DeepLog dovrà inviare i dati
  • Porta Porta del server FTP
  • Username e Password Dati da utilizzare per l’autenticazione verso il server FTP

Email

Come nel caso del metodo FTP, anche l’invio dei dati tramite Email richiede che sia il cliente ad occuparsi della gestione dei dati inviati da DeepLog. Anche in questo caso viene utilizzato il formato .csv.

../_images/email.png
  • Server Consente di specificare il server di posta elettronica che si intende utilizzare
  • Porta Richiede di indicare la porta del server di posta che verrà utilizzato
  • Username e Password Dati di autenticazione verso il server di posta elettronica
  • SSL e TLS Consente di specificare quale protocollo crittografico utilizzare se richiesto (anche entrambi)
  • Destinatario I campi Destinatario1..5 danno la possibilità di indicare fino a 5 indirizzi Email a cui andranno inviati i dati

4.2.4. Configurazione ingressi analogici

DeepLog è dotato di 3 ingressi analogici, ciascuno configurabile a seconda delle necessità dell’impianto e dei sensori/sonde da leggere. Per configurare gli ingressi analogici è sufficiente cliccare l’opzione Ingresso analogico 1..3.

../_images/ai.png
  • Nome In questo campo è possibile inserire un nome che verrà assegnato all’ingresso analogico
  • Abilita Abilitare la spunta per utilizzare l’ingresso
  • Tipo Viene data la possibilità di selezionare la tipologia di ingresso analogico desiderato, in accordo con l’uscita del sensore che si intende collegare. Le opzioni sono 0-20 mA, 4-20 mA, 0-5 V e 0-10 V
  • Unità In questo campo è possibile inserire l’unità di misura della grandezza che verrà misurata
  • Minimo e Massimo I campi Minimo e Massimo permettono di scalare la grandezza letta secondo il range dello strumento
  • Decimali Indicare, da 0 a 2, la quantità di numeri decimali

Una volta compilati i campi precedenti, sarà possibile cliccare il tasto Nuovo evento per visualizzare l’area dedicata all’inserimento degli eventi. Creare un evento consente di definire una condizione che, una volta verificatasi, permette a DeepLog Portal di inviare una mail ad uno o più destinatari ad esempio al raggiungimento di una soglia di allarme da parte di uno dei sensori letti.

../_images/var_events.png
  • Nome Nome identificativo da assegnare all’evento che si sta creando
  • Abilita Abilitare la spunta per rendere attivo l’evento
  • Condizione Specificare la condizione che deve essere soddisfatta al fine di inviare la email ai destinatari. Le condizioni disponibili sono: uguale, diverso, minore, minore o uguale, maggiore, maggiore o uguale
  • Valore Inserire il valore (soglia) al raggiungimento del quale far scattare l’evento
  • Invio email In questo campo è possibile inserire il testo della mail che dovrà essere inviata
  • Destinatario Inserire in questo campo un indirizzo valido al quale inviare la mail. Possono essere aggiunti più destinatari cliccando l’icona add_icon. Per rimuoverne uno cliccare invece l’icona delete_icon posta al suo fianco

Esempio:

  • Ingresso analogico: ingresso analogico 1
  • Condizione: maggiore
  • Valore: 5

L’email verrà inviata quando il valore dell’ingresso analogico 1 supererà il valore 5.

Warning

Gli eventi non vengono gestiti dal dispositivo bensì da DeepLog Portal. La condizione si applica infatti sui dati già ricevuti e non su quelli che il dispositivo deve ancora inviare. Le email vengono mandate direttamente da DeepLog Portal tramite un indirizzo ad esso legato (non modificabile dall’utente) La tempestività con cui verranno segnalate eventuali condizioni di allarme dipendono dalla frequenza di invio dati descritta nel paragrafo 4.2.3

Dopo aver configurato un evento sarà possibile crearne uno nuovo cliccando il tasto Nuovo evento. Per eliminare un evento creato in precedenza cliccare invece l’icona delete_icon2.

4.2.5. Configurazione ingressi digitali

DeepLog è dotato di 3 ingressi digitali, ciascuno configurabile a seconda delle necessità dell’impianto e dei sensori/sonde da leggere. Per configurare gli ingressi digitali è sufficiente cliccare l’opzione Ingresso digitale 1..3.

../_images/di1.png
  • Nome In questo campo è possibile inserire un nome che verrà assegnato all’ingresso digitale
  • Abilita Abilitare la spunta per utilizzare l’ingresso
  • Tipo Viene data la possibilità di selezionare la tipologia di ingresso digitale desiderato. A seconda della scelta, i campi successivi assumono significati diversi. Le opzioni disponibili sono: Normale, Totalizzatore, Flussometro e Power output

NORMALE

Selezionando questa opzione l’ingresso verrà utilizzato per conoscerne lo stato di apertura/chiusura (ad esempio nel caso in cui si intenda collegare un galleggiante all’ingresso)

../_images/normal.png
  • Etichetta attivo Tutte le aree in cui verrà richiamato lo stato dell’ingresso (ad esempio nei log ricevuti o nella dashboard) riporteranno questa dicitura per indicare lo stato di contatto chiuso
  • Etichetta inattivo Tutte le aree in cui verrà richiamato lo stato dell’ingresso (ad esempio nei log ricevuti o nella dashboard) riporteranno questa dicitura per indicare lo stato di contatto aperto

TOTALIZZATORE

Selezionando questa opzione l’ingresso verrà utilizzato come totalizzatore. Ad ogni impulso ricevuto il valore del totalizzatore verrà aumentato della quantità specificata dall’utente.

../_images/totalizer.png
  • Unità Consente di specificare l’unità di misura della grandezza che si intende misurare
  • Volume Rappresenta il valore di incremento ad ogni impulso ricevuto
  • Decimali Consente di specificare la quantità di decimali da visualizzare

Hint

DeepLog è in grado di rilevare gli impulsi ricevuti su un ingresso digitale configurato come Totalizzatore anche quando si trova in modalità di risparmio energetico.

Warning

L’opzione Totalizzatore è disponibile solo per gli ingressi digitali 1 e 2

FLUSSOMETRO

Selezionando questa opzione l’ingresso verrà utilizzato come flussometro/misuratore di portata. L’unità campione che verrà impostata dall’utente verrà quindi divisa per il tempo passato tra un impulso ed il successivo.

../_images/flow_measurement.png
  • Unità Consente di specificare l’unità di misura della grandezza che si intende misurare
  • Volume Rappresenta l’unità campione da dividere per il tempo intercorso tra due impulsi successivi
  • Decimali Consente di specificare la quantità di decimali da visualizzare

Esempio:

  • Unità: l/s
  • Volume: 100
  • Campionamento dei dati: ogni 30 minuti
  • Invio dei dati raccolti: ogni 1 ora

DeepLog conta, anche in modalità risparmio energetico, la quantità di impulsi ricevuti. Ogni 30 minuti il dispositivo si risveglia ed inserisce nella sua memoria la quantità di impulsi ricevuti fino a quel momento. Azzera quindi il contatore parziale e riprende a contare gli impulsi. Ogni ora invia quindi 2 diversi dati a DeepLog Portal ciascuno contenente il risultato di 30 minuti di campionamento. DeepLog Portal si occupa inoltre di calcolare la portata moltiplicando il Volume per il numero di impulsi e dividendo il risultato per il Tempo di campionamento dei dati.

Hint

DeepLog è in grado di rilevare gli impulsi ricevuti su un ingresso digitale configurato come Flussometro anche quando si trova in modalità di risparmio energetico.

Warning

L’opzione Flussometro è disponibile solo per gli ingressi digitali 1 e 2

POWER OUTPUT

Selezionando questa opzione l’ingresso verrà utilizzato per alimentare sensori attivi che richiedano una fonte di alimentazione esterna.

../_images/power_output.png

Un ingresso digitale così configurato non potrà quindi essere utilizzato per rilevare gli impulsi. Lo stato dell’ingresso verrà rappresentato come OK qualora non vi fossero anomalie e come Sovracorrente nel caso in cui il dispositivo dovesse rilevare una richiesta di corrente superiore a quella massima consentita.

Indipendentemente dalla scelta effettuata nel campo Tipo, una volta compilati i parametri specifici sarà possibile cliccare il tasto Nuovo evento per visualizzare l’area dedicata all’inserimento degli eventi. Creare un evento consente di definire una condizione che, una volta verificatasi, permette a DeepLog Portal di inviare una mail ad uno o più destinatari ad esempio al raggiungimento di una soglia di allarme da parte di uno dei sensori letti.

../_images/var_events.png
  • Nome Nome identificativo da assegnare all’evento che si sta creando
  • Abilita Abilitare la spunta per rendere attivo l’evento
  • Condizione Specificare la condizione che deve essere soddisfatta al fine di inviare la email ai destinatari. Le condizioni disponibili sono: uguale, diverso, minore, minore o uguale, maggiore, maggiore o uguale
  • Valore Inserire il valore (soglia) al raggiungimento del quale far scattare l’evento
  • Invio email In questo campo è possibile inserire il testo della mail che dovrà essere inviata
  • Destinatario Inserire in questo campo un indirizzo valido al quale inviare la mail. Possono essere aggiunti più destinatari cliccando l’icona add_icon2. Per rimuoverne uno cliccare invece l’icona delete_icon3 posta al suo fianco

Esempio:

  • Ingresso digitale: ingresso digitale 1
  • Condizione: maggiore
  • Valore: 5

L’email verrà inviata quando il valore dell’ingresso digitale 1 supererà il valore 5.

Warning

Gli eventi non vengono gestiti dal dispositivo bensì da DeepLog Portal. La condizione si applica infatti sui dati già ricevuti e non su quelli che il dispositivo deve ancora inviare. Le email vengono mandate direttamente da DeepLog Portal tramite un indirizzo ad esso legato (non modificabile dall’utente) La tempestività con cui verranno segnalate eventuali condizioni di allarme dipendono dalla frequenza di invio dati descritta nel paragrafo 4.2.3

Dopo aver configurato un evento sarà possibile crearne uno nuovo cliccando il tasto Nuovo evento. Per eliminare un evento creato in precedenza cliccare invece l’icona delete_icon4.

4.2.6. Configurazione eventi di connettività

Selezionando l’opzione Eventi di connettività dalla pagina Configurazione potranno essere aggiunti degli eventi in grado di notificare alcune condizioni di anomalia tramite l’invio di una email, ad esempio nel caso in cui un DeepLog non stesse inviando dati troppo tempo.

../_images/net_events_list.png

Per aggiungerne uno, sarà sufficiente cliccare il tasto Nuovo evento

../_images/net_events.png
  • Nome Nome identificativo da assegnare all’evento che si sta creando
  • Abilita Abilitare la spunta per rendere attivo l’evento
  • Condizione Specificare la condizione che deve essere soddisfatta al fine di inviare la email ai destinatari. Le condizioni disponibili sono: Dati non ricevuti
  • Per almeno Consente di specificare il tempo per il quale dovrà permanere attiva la condizione prima di inviare l’email
  • Invio email In questo campo è possibile inserire il testo della mail che dovrà essere inviata
  • Destinatario Inserire in questo campo un indirizzo valido al quale inviare la mail. Possono essere aggiunti più destinatari cliccando l’icona add_icon3. Per rimuoverne uno cliccare invece l’icona delete_icon5 posta al suo fianco

Dopo aver configurato un evento sarà possibile crearne uno nuovo cliccando il tasto Nuovo evento. Per eliminare un evento creato in precedenza cliccare invece l’icona delete_icon6.

4.3. Visualizzare i dati ricevuti

Dopo aver selezionato un DeepLog dall’elenco dei dispositivi disponibili, sarà possibile visualizzare il grafico dei dati raccolti nella schermata Dashboard. Se invece si intendono visualizzare i log inviati dal dispositivo sotto forma di tabella, è sufficiente selezionare la sezione Log.

La sezione Log è divisa in due aree: quella superiore (denominata Dati) riporta tutti i dati riferiti agli ingressi analogici e digitali del dispositivo, mentre quella inferiore (denominata Eventi) riporta l’elenco completo degli eventi verificatisi (sia quelli riferiti alla soglie impostate sugli ingressi che gli eventi di connettività).

../_images/logs.png
  • 1 Cliccando l’area corrispondente si aprirà il calendario, dando la possibilità di selezionare l’intervallo di tempo di cui si intendo visualizzare i dati
  • 2 Cliccando questa icona si potranno stampare i dati attualmente visualizzati
  • 3 Cliccando questa icona si avrà la possibilità di esportare i dati per poterli conservare nel proprio PC. Il file risultante sarà in formato .csv
  • 4 In questa area è possibile inserire un valore specifico, da ricercare tra i dati a disposizione
  • 5 In questa area vengono visualizzati i log per l’intervallo di tempo specificato. La prima colonna a sinistra riporta la data e l’ora del log (quella reale, non quella riferita a quando il dato è stato inviato a DeepLog Portal) mentre le successive riportano i dati riferiti agli ingressi campionati
  • 6 Permette di conoscere il totale dei log presenti
  • 7 Permette di selezionare la quantità di log da visualizzare in questa schermata scegliendo tra: 10, 25, 50 e 100
  • 8 Tramite i tasti di navigazione è possibile spostarsi attraverso le varie pagine dell’elenco

Hint

I dati rappresentati in questa pagina non sono i valori grezzi letti dal dispositivo bensì quelli già scalati secondo le impostazioni effettuate dall’utente.

4.4. Gestione dei task

I Task sono delle azioni di aggiornamento richieste dall’utente e possono essere di due tipi: Aggiornamento firmware e Aggiornamento configurazione.

Ogni qualvolta un utente apporta delle modifiche alla configurazione del dispositivo (vedere Configurazione del dispositivo), ed ogni volta che viene avviata una procedura di aggiornamento firmware, viene creato un Task che verrà eseguito non appena DeepLog effettuerà la prossima connessione verso il portale (ad esempio in seguito all’invio dei dati).

L’elenco dei Task eseguiti, pendenti e falliti è disponibile alla sezione Tasks.

../_images/tasks.png
  • 1 Cliccando questa icona è possibile stampare la lista dei Task attualmente visualizzati
  • 2 Cliccando su questa area è possibile ricercare un Task tra quelli disponibili
  • 3 L’elenco dei Task è diviso in 4 colonne:
    • Tipo Indica il tipo di task a cui si fa riferimento (aggiornamento firmware o configurazione)
    • Stato Esprime tramite icone lo stato di avanzamento del task: l’icona task_ok indica che il task è andato a buon fine, l’icona task_error indica che il task è annullato/fallito mentre l’icona task_update indica che il task è in esecuzione. Quando è visibile quest’ultima, si ha la possibilità di annullare il task cliccando il tasto abort
    • Inizio Indica la data e l’ora in cui il Task è stato avviato
    • Fine Indica la data e l’ora in cui il Task è stato eseguito/annullato
  • 4 Permette di conoscere il numero totale di Task disponibili per il dispositivo in questione
  • 5 Consente di scegliere quanti Task visualizzare in una singola pagina tra: 10, 25, 50 e 100
  • 6 Tramite i tasti di navigazione è possibile spostarsi attraverso le varie pagine dell’elenco
  • 7 Cliccando il tasto Cancella i task eseguiti sarà possibile eliminare l’intero elenco di Task

4.5. Aggiornamento firmware

DeepLog Portal consente l’aggiornamento da remoto dei dispositivi gestiti. La disponibilità di un aggiornamento viene notificata tramite apposita icona, visibile nel riquadro riassuntivo di ciascun DeepLog (sia dalla Lista dei dispositivi che dalla Dashboard).

../_images/fw_update.png

Cliccando l’icona new_update3 è possibile avviare la procedura di aggiornamento. Verrà quindi richiesto di confermare l’operazione cliccando il tasto Aggiorna o di annullare cliccando Annulla

../_images/fw_update2.png

Dando conferma apparirà infine la seguente schermata

../_images/fw_update3.png

A questo punto, cliccando OK, verrà creato un Task ed apparirà l’icona fw_update3. Il Task verrà eseguito alla prima connessione che DeepLog effettuerà verso DeepLog Portal


5. Gestione degli utenti

Per accedere alle funzionalità di DeepLog Portal è necessario essere registrati come utente. Esistono 3 tipologie di utenti, ciascuna con diversi privilegi:

  • Admin È in grado di gestire tutti i DeepLog e tutti i Domini disponibili. Può creare utenti di tipo User e Monitoring ma non può creare, visualizzare, modificare utenti di tipo Admin (a parte se stesso)
  • User Può essere creato da un utente Admin e può creare utenti Monitoring. Ha la possibilità di gestire i domini a cui l’utente admin ha deciso di dare accesso, e tutti i dispositivi ad essi associati
  • Monitoring Non può creare altri utenti. Una volta effettuato l’accesso ha la possibilità di visualizzare i dati e lo stato dei dispositivi che fanno parte dei domini a cui è stato abilitato. Contrariamente all’utente di tipo User, però, non può apportare modifiche di nessun tipo.

Al fine di creare, eliminare o modificare un utente, è necessario selezionare la voce Utenti dal menu dei DeepLog Portal. Verrà caricata innanzitutto la lista degli utenti già presenti

../_images/users_list1.png
  • 1 La lista degli utenti presenti è divisa in colonne:
    • Username Username legato all’account
    • Email Indirizzo mail associato all’utente
    • Cliente Nome della persona/azienda titolare del canone
    • Privilegi Livello di privilegio dell’utente (Admin, User o Monitoring)
    • Modifica/Elimina Gli utenti con privilegi sufficiente possono selezionare eliminare o modificare un utente precedentemente creato
  • 2 Consente di cercare un utente tra quelli presenti
  • 3 Cliccando questa icona, gli utenti con privilegi sufficienti possono modificare un utente creato in precedenza
  • 4 Selezionando questa icona, gli utenti con privilegi sufficienti possono procedere con l’eliminazione di utente creato in precedenza
  • 5 Consente di conoscere la quantità di utenti presenti
  • 6 Il tasto Aggiungi consente di creare un nuovo utente. Cliccando invece il tasto Elimina verranno cancellati gli utenti selezionati al punto 4
  • 7 Consente di decidere quanti utenti visualizzare in una solo schermata tra: 10, 25, 50 e 100
  • 8 Tramite i tasti di navigazione è possibile spostarsi attraverso le varie pagine dell’elenco

Cliccando il tasto Aggiungi al fine di creare un nuovo utente verrà visualizzata la seguente pagina:

../_images/create_user.png
  • Username Username che verrà utilizzato per autenticarsi a DeepLog Portal
  • Nome intero Nome e cognome (o altri riferimenti) della persona legata all’account
  • Privilegi Privilegi da dare all’utente che si sta creando. È possibile scegliere tra User e Monitoring: gli utenti di tipo Admin possono essere creati solo su richiesta a Nethix
  • Email Indirizzo email da associare all’utente che si sta creando. Al termine delle operazioni DeepLog Portal invierà un link di attivazione a questo indirizzo per permettere all’utente di confermare la registrazione ed impostare la password legata al suo account
  • Telefono Numero di telefono della persona legata all’account
  • Data di scadenza È possibile creare degli utenti “a tempo”. Cliccando l’area Data di scadenza un calendario permetterà di impostare una data raggiunta la quale l’utente non potrà più accedere a DeepLog Portal
  • Domini Selezionando i domini presenti nella sezione Disponibili e spostandoli nella sezione Selezionati si andrà a decidere a quali domini sarà abilitato l’utente.

Cliccando il tasto Salva si andranno a salvare le modifiche fatte, cliccando invece Indietro si potrà tornare alla schermata precedente.