Manuale utente


1. Panoramica

Nethix offre un portale basato su cloud del tipo Software-as-a-Service (SaaS) che permette di:

  • Monitorare, controllare e configurare i dispositivi
  • Creare delle VPN tra il dispositivo e il PC/laptop del cliente
  • Monitorare e controllare i dispositivo tramite una mobile app
  • Loggare i dati monitorati dal dispositivo
  • Far scattare allarmi in base allo stato del dispositivo
  • Permette l’accesso sicuro ai dati loggati a piattaforme di terzi

I dispositivi sono tipicamente WE500, ma potrebbero essere anche altri dispositivi Nethix o eventualmente dispositivi non-Nethix che seguono lo stesso protocollo di comunicazione e le stesse linee guida.

Le mobile apps permettono il monitoraggio del dispositivo e il settaggio del valore di alcuni parametri. La configurazione del dispositivo non è permessa.

Le piattaforme di terzi sono ERP o sistemi simili che utilizzano i dati per operazioni post-processing come ad esemprio la prevenzione di guasti o la fatturazione.

Il portale è disegnato per essere portabile. Può essere installato, configurato a gestito in qualsiasi server virtuale o fisico con un set di requisiti minimi.

Alcuni dei benefici che il cliente riscontrerà nell’utilizzo del portale sono:

  • Minor tempo per il monitoraggio di tutti i dispositivi
  • Configurazione e controllo di più dispositivi allo stesso tempo
  • Comunicazione sicura attraverso protocolli di criptazione standard
  • La possibilità di utilizzare il servizio sui server Nethix o su un cloud privato dell’utente

Il flusso base del lavoro giornaliero di un portale completamente funzionale sono i seguenti:

  • Configurazione del dispositivo

    Il dispositivo deve essere configurato con i dati del portale ed altri pochi parametri,

  • Registrazione del dispositivo nel portale

    Ogni singolo dispositivo deve essere registrato nel portale. Questo è necessario per l’autenticazione del dispositivo e per evitare accessi non autorizzati.

  • Invio dei dati al portale

    Configurato correttamente il portale e il dispositivo, quest’ultimo potrà iniziare ad inviare dati ed eventi e il portale a sua volta potrà inviare comandi di controllo e di configurazione al dispositivo.

    Il portale ogni volta controlla le credenziali del dispositivo e se esso ha il premesso di accedervi.

  • Monitoraggio dei dati

    Il cliente può accedere ai dati loggati o a quelli letti in tempo reale (real-time data) che sono visualizzati a seconda delle regole definite dall’utente. Può inoltre tracciare grafici ed esportare i dati in diversi formati come XLS e CVS.

Tutte queste operazioni si eseguono attraverso un’interfaccia web sicura e user-friendly.

L’architettura del portale è basata su quattro concetti: clienti, domini, dispositivi e utenti. Un pratico esempio di questa gerarchia è il seguente:

Assumiamo che una azienda A installi generatori eletrici in diverse regioni del mondo. Ogni generatore contiene un dispositivo per il monitoraggio come il WE500 per monitorare la produzione di energia elettrica.

Per ongi regione il cliente vuole un gruppo di utenti che possa solamente accedere al dispositivo installato nella propria regione . L’azienda A inoltre vuole alcuni amministratori che possano aggiungere o rimuovere dei dispositivi e monitorare gli utenti che possono solo leggere lo stato dei generatori.

Quindi ogni regione sarà un dominio che conterrà alcuni utenti con diversi privilegi. Tutti i generatori installati fisicamente in questa regione saranno contenuti nel corrispondente dominio della regione.

Alcuni clienti come l’azienda A o l’azienda B che hanno la stessa struttura potranno convivere nello stesso portale ma ognuna non potrà vedere l’altra. La gestione dei clienti viene effettuata dall’utente system che normalmente è il proprietario del portale.

../_images/system_hierarchy.png

Per i clienti che hanno pochi dispositivi come ad esempio l’azienda C che ha solo due WE500 per il monitoraggio del livello e il controllo delle pompe di una coppia di serbatoi d’acqua e che saranno gestiti solo da un utente, non sarà necessario gestire un dominio in quanto sarà già presente un dominio di default completamente trasparente durante l’utilizzo del portale. In questo caso il cliente azienda C avrà due dispositivi con un utente di tipo amministratre. Il dominio sarà trasparente e non ci saranno utenti per il solo monitoraggio.

Le sezioni seguenti descrivono come gestire ognuno di questi concetti e come sono collegati.


2. Interfaccia utente

Iniziamo a familiarizzare con l’interfaccia web e le sue diverse aree e componenti.

Ogni pagina dell’interfaccia è divisa in quattro aree visive come mostrato nell’immagine sottostante: header, footer, main menu e content.

../_images/main_areas.png

2.4. Content

Questa è l’area più importante dalla quale l’utente può gestire tutti gli elementi del portale. Essa cambia dinamicamente in base alla navigazione dell’utente. Il contenuto di quest’area è fortemente soggetto ai privilegi dell’utente. In quest’area verrà visualizzato il risultato di determinate operazioni in colori differenti:

  • Verde: L’operazione è andata a buon fine
  • Giallo: L’operazione è andata a buon fine ma si è verificata una condizione d’allarme
  • Rosso: L’operazione non è stata eseguita in seguito ad una condizione critica.

3. Utenti

Gli utenti sono l’elemento base per accedere al portale. Ci sono diversi tipi di utenti a seconda dei diversi privilegi.

3.1. Utente monitoring

Questo è l’utente di livello più basso e può solamente monitorare i dispositivi

Per esempio può monitorare il livello dell’acqua di un serbatoio. Non può eseguire nessuna operazione di configurazione (aggiornamento software, creazione di nuove variabili, …) o di settaggio (attivazione di pompe, …).

L’utente di tipo monitoring è associato ad uno o più domini del proprio cliente e quindi può visualizzare solo i dispositivi di quei domini. Non può essere associato a domini che appartengono a clienti diversi.

Questo utente inoltre può disegnare grafici, stampare reports, esportare i dati.

3.2 Utente monitoring and control

Questo tipo di utente ha gli stessi privilegi dell’utente monitoring ma inoltre ha la facoltà di controllare i dispositivi.

Per esempio oltre a controllare il livello dell’acqua di un serbatoio può azionare delle pompe ma non può eseguire nessuna operazione di configurazione.

Come l’utente di tipo monitoring, questo tipo di utente, questo tipo di utente è associato ad uno o più domini del proprio cliente e quindi può visualizzare solo i dispositivi di quei domini. Non può essere associato a domini che apaprtengono a clienti diversi.

3.3. Utente administrator

Questo utente ha gli stessi privilegi dell’utente monitoring and control e in più può:

  • Creare/Editare/Cancellare gli utenti monitoring e monitoring and control
  • Creare/Editare/Cancellare i domini
  • Registrare i dispositivi

Un amministratore appartiene ad uno ed un solo cliente e all’interno dei domini del cliente può esegure ogni tipo di operazione come l’aggiornamento software o la creazione di nuove variabili oltre alle normali operazioni di monitoraggio e di controllo.

Un amministratore non può cambiare cliente.

3.4. Utente system

Questo è l’utente di più alto livello. Ha permessi di amministratore e in più può:

  • Creare/Editare/Cancellare clienti
  • Creare/Editare/Cancellare ogni dominio, dispositivo e utente all’interno del portale

Questo utente di norma è il proprietario del portale.

L’interfaccia grafica per la gestione degli utenti è la stessa sia per system che per gli amministratori, ma le opzioni nel menù e i tab che permettono certe operazioni possono essere differenti in base ai privilegi.

3.5. Gestione degli utenti

La Lista degli Utenti mostra una tabella con gli utenti e le loro proprietà principali. Gli utenti e le proprietà sono mostrate in base ai privilegi dell’utente.

Per esempio un amminsitratore vedrà tutti gli utenti che appartengono solamente al suo stesso cliente.

L’utente system vedrà invece la lista di tutti gli utenti di tutti i clienti. In aggiunta vedrà una colonna nella quale sarà presente il nome del cliente a cui appartiene quell’utente.

L’utente monitoring e quello monitoring and control non hanno l’accesso a questa area.

../_images/users_list.png

Un utente system o administrator possono creare utenti cliccando sul pulsante Aggiungi mentre per editarlo potranno cliccare sull’icona Modifica che si trova alla fine della riga dell’utente.

Entrambe le opzioni, crea e modifica utenti, permettono di impostare le seguenti opzioni:

  • Username - Un nome univoco usato per effettuare il login nel portale.
  • Password - La password per il login nel portale. Deve essere di almeno 6 caratteri e può contenere lettere maiuscole, minuscole, numeri e simboli di punteggiatura.
  • Nome completo - Nome completo dell’utente usato solamente come referenza.
  • Privilegi - I privilegi dell’utente: system, administrator, (monitoring and control) user and monitoring. Questa opzione è presente solo per gli amministratori e per system.
  • Cliente - Il cliente a cui appartiene il cliente. Questa opzione è presente solo per l’utente system.
  • Email - La email dell’utente che può essere usata per effettuare il login. Viene inoltre usata per inviare gli eventi.
  • Numero telefonico - Numero telefonico dell’utente usato per inviare eventi. Questo è un campo opzionale.
  • Expire data - Dpo questa data l’utente sarà disabilitato. Non verrà cancellato dal portale ma non potrà più effettuare il login. Questo è un campo opzionale.
  • Domini - I domini che questo utente può accedere e gestire.
../_images/user_create.png

Ogni utente indipendentemente dai suoi privilegi può editare i propri dati cliccando sullo username nella parte sinistra dell’header e selezionando la voce Account.

In aggiunta alle opzioni sopra elencate, l’utente può settare la lingua e la timezone.

Un utente non può cambiare i propri privilegi, i domini e il cliente a cui appartiene.


4. Clienti

Un cliente ha uno o più dispositivi da monitorare, configurare e/o controllare.

Solamente l’utente system (normalmente il proprietario del portale) ha accesso a tutti i differenti clienti, quindi un cliente non può accedere ai domini di altri clienti. Questo è garantito dal livello degli utenti descritto nella sezione Utenti. Solo l’utente di tipo system può creare, modificare o cancellare i vari clienti, quindi le operazioni sui clienti non sono presenti per gli utenti diversi da system.

La Lista dei Clienti mostra tutti i clienti con le loro principali caratteristiche. Cliccando su una riga di un cliente verrà mostrata la lista dei suoi domini. Se è presente solamente un dominio, verrà visualizzata la lista dei dispositivi di quel dominio.

../_images/customers_list.png

Dopo aver cliccato il pulsante Aggiungi sotto alla lista e aver creato un cliente, verrà creato un dominio di default a cui apaprterranno automaticamente tutti i dispositivi di questo cliente. Questo è utile per i clienti con pochi dispositivi ma per i clienti con molti dispositivi sarà sufficiente editarlo ed aggiungere altri domini.

In fase di creazione o modifica di un cliente verranno mostrate tre sezioni che definiscono le caratteristiche ed il suo comportamento:

Nella prima sezione, Generale, si possono impostare il nome del cliente, il tipo di account, e l’expire date. Il tipo di account è solamente un’eticheta che non ha alcuna funzione. Se l’expire date è impostata, al raggiungimento di tale data tutti gli utenti di questo cliente non potranno effettuare il login ma i dispositivi continueranno ad essere controllati e ad inviare dati al portale.

La seconda sezione, Servizi e caratteristiche, permette di abilitare l’accesso del cliente alle varie funzionalità:

  • Abilita l’accesso web per gli amministratori/utenti - Permette agli utenti del cliente ad accedere all’interfaccia web.
  • Permetti al cliente di abilitare l’invio dati al portale - Permette agli amministratori di questo cliente di abilitare i dispositivi all’invio dei dati al portale.
  • Connessione tra PC e dispositivo - Permette di creare una VPN tra i dispositivi e i PC/laptop del cliente.
  • Connessione tra portale e dispositivo - Permette al portale di connettersi ai dispositivi del cliente per controllarli e configurarli.
  • Permettere agli amministratori di gestire gli eventi - Permette agli amministratori di create/editare/cancellare gli eventi relativi alla connettività dei dispositivi.
  • Permettere agli amministratori di gestire i sinottici - Permette agli amministratori di creare/editare/cencellare sinottici personalizzati per ogni dispositivo dal quale può essere monitorato, controllato e configurato.

L’ultima sezione ovvero le restrizioni è usata per definire quanti PC, dispositivi, utenti, amministratori e domini può avere il cliente.

../_images/customer_create.png

La cancellazione di un cliente è una semplice azione che può essere eseguita direttamente dalla Lista dei Clienti selezionando il check box del cliente desiderato e cliccando successivamente sul pulsante Elimina.


5. Domini

Un dominio può essere visto come un contenitore di dispositivi. Un cliente può avere uno o più domini. Il dominio di default esiste sempre e non può essere cancellato. Se c’è solamente un dominio ovvero quelo di default, esso sarà trasparente cioè non sarà necessario gestirlo e non sarà visibile nell’interfaccia grafica ma potrà essere modificato in ogni momento.

La suddivisione dei dispositivi in domini rende la loro gestione molto semplice sia per i clienti con pochi dispositivi (tramite il dominio di default) sia per quelli con molti dispositivi.

La Lista dei Domini mostra tutti i domini del cliente con le loro caratteristiche principali. Cliccando un dominio verrà mostrata la lista dei dispositivi relativi a quel dominio.

../_images/domains_list.png

Un untente system o admin può creare un dominio cliccando sul pulsante Aggiungi mentre può editarli cliccando sull’icona di Modifica.

Sia la creazione che la modifica di un dominio permettono di impostare le seguenti opzioni:

  • Nome - Un nome univoco che identifica il dominio.
  • Dominio predefinito - Imposta questo dominio come dominio di default. Questa opzione è sempre selezionata nel momento in cui c’è solamente un unico dispositivo.
  • VPN - Abilita la creazione di una VPN tra i dispositivi e i pC/laptop del cliente.
  • Accesso remoto - Permette al portale di accedere al dispositivo per le operazione di controllo e di configurazione.
  • Invio dati - Permette al dispositivo di inviare dati al portale.
  • Cliente - Seleziona il customer al quale apparterrà questo dominio. Opzione visibile solamente per gli utenti system.
  • Utenti - Seleziona gli utenti che possono accedere a questo dominio.
../_images/domain_create.png

La cancellazione di un dominio è una semplice operazione che può essere eseguita dalla Lista dei Domini selezionando il dominio desiderato tramite il check box e cliccando sul pulsante Cancella.


6. Dispositivi

Lo scopo del portale è quello di monitorare e controllare i dispositivi. Questi sono gli elementi più importanti.

Questa sezione è di gran lunga la più estesa del manuale e prova a coprire tutti i differenti aspetti rigurdanti i dispositivi Nethix e altri dispositivi che utilizzano lo stello protocollo di comunicazione con il portale.

6.1. Registrazione

Tutti i dispositivi prima di poter essere configurati sul portale devono essere registrati tramite il loro serial number ovvero un codice alfa numerico di 14 caratteri univoco e che contraddistingue ogni dispositivo (vedere 13.3. Informazioni di sistema).

Tutti i serial number registrati sono visibili dalla Lista Dispositivi accessibile solamente agli utenti di tipo system e amministratore. Ogni riga di questa lista fa riferimento ad un dispositivo e mostra il suo serial number, il nome del dispositivo se esso è già configurato, il nome del cliente a cui è associato il serial number e il modello del dispositivo.

../_images/registered_device_list.png

In quest’area è possibile registrare o editare un dispositivo cliccando rispettivamente sul pulsante Aggiungi o sull’icona Edit. Ciascuna di queste operazioni permette di configurare le seguenti opzioni:

  • Numero di serie - Il numero di serie che identifica il dispositivo (in modalità edit non è possibile modificarlo)
  • Modello - Il modello del dispositivo (in modalità edit non è possibile modificarlo)
  • Versione software - Indica la versione attuale del software installato nel dispositivo
  • Cliente - Indica a quale cliente apartiene il dispositivo con questo numero di serie
  • Caratteristiche - Una lista di caratteristiche selezionabili in base alle capacità del dispositivo. A seconda delle caratteristiche selezionate verranno abilitate diverse funzionalità sul portale per ciascun dispositivo.

Per evitare problemi relativi alla sicurezza, solamente l’utente di tipo system può registrare/editare/eliminare i vari serial number.

../_images/registered_devices_create.png

Una volta che il serial number è stato registrato, il portale sarà predisposto per accogliere la configurazione del dispositivo.

6.2. Gestione dei dispositivi

Questa sezione spiega come monitorare e controllare i dispositivi, come gestire i PC/laptop per la connessione ai dispositivi, come controllare diversi dispositivi e come mostrare i dati monitorati in un formato user-friendly.

6.2.1. Dispositivi

La Lista dei Dispositivi mostra tutti i dispositivi raggruppati per tipo di dati che monitorano. Cliccando su una riga di un dispositivo verrà mostrata la sezione dedicata al monitoraggio e al controllo di quel dispositivo.

L’utente system potrà vedere tutti i dispositivi raggruppati per tipo e per cliente.

La lista dei dispositivi può essere visualizzata in due modalità: come una tabella in cui sono mostrati i dati più rilevanti o come una mappa in cui la latitudine e la longitudine indicano la posizione geografica dei dispositivi.

La seguente immagine mostra la visualizzazione tabellare:

../_images/devices_list_system_table.png

La seguente immagine mostra la visualizzazione mappa:

../_images/devices_list_system_map.png

Nella visualizzazione tabellare ogni dispositivo è mostrato come nella seguente immage e può mostrare fino a due icone prima del nome:

../_images/device_row_green_icons.png

La prima icona indica se in dispositivo è:

Icona Significato
../_images/device_link_online.png On-line
../_images/device_link_offline.png Off-line
../_images/device_link_not_set.png Non configurato per la VPN o l’accesso remoto

La seconda icona intica che:

Icona Significato
../_images/events_green.png C’è almeno un evento di connettività associato e non è scattato
../_images/events_red.png C’è almeno un evento di connettività associato ed alemno uno è scattato

I dati di ogni dispositivo è un set di variabili inviate dal dispsoitivo al portale. La selezione di ogni variabile viene effettuata nel dispisitivo stesso. nel caso in cui il dispositivo sia un WE500 o simile andrà abilitata l’opzione Invio dati.

Un utente system o administrator può configurare o editare un dispositivo cliccando rispettivamente sul pulsante Aggiungi o sull’icona Modifica presente sulla riga del dispositivo.

Entrambe le opzioni permettono di impostare i seguenti campi:

  • Numero di serie - Il numero seriale univoco del dispositivo che identifica il dispositivo all’interno del portale.
  • Nome - Un nome univoco che identifica il dispositivo.
  • Dominio - Il dominio in cui è contenuto il dispositivo.
  • Invio dati - Permette al dispositivo di inviare dati al portale.
  • Accesso remoto - Permette al portale di accedere al dispositivo per eseguire operazioni di controllo e configurazione.
  • Visualizzazione dei dati - Il tipo di visualizzazione usata per mostrare i dati del dispositivo. La visualizzazione dei dati è spiegata nella rispettiva sezione.
  • Posizione - Imposta la posizione geografica del dispositivo.
../_images/device_create.png

Cancellare un dispositivo è una semplice operazione che è possibile eseguire dalla Lista dei Dispositivi selezionando il dispositivo cliccando sul corrispondente select box e poi cliccando sul pulsante Elimina.

6.2.2. PC/Laptop

Un utente può registrare nel portale dei PC e dei laptops per creare un canale diretto per la comunicazione con il dispositivo. Questo canale è stabilito attraverso una rete privata virtuale dedicata (VPN).

Questa funzionalità è opzionale e può essere abilitata solamente dagli utenti con questi privilegi.

La Lista dei PC mostra tutti i computer con i loro permessi.

../_images/pcs_list.png

Cliccando una singola riga vengono mostrate alcune informazioni base del PC assieme ai link per il download e alle istruzioni per installare il client VPN sul proprio PC.

L’installazione e la configurazione del client VPN è descritta in un documento separato.

../_images/pc_info_download.png

Un utente system o administrator può aggiungere ed editare un PC cliccando rispettivamente sul pulstante Aggiungi o sull’icona Edit sulla riga del PC.

Entrabe le operazioni permettono di impostare le seguenti opzioni:

  • Nome - Un nome univoco che identifica il PC.
  • Dominio - Il dominio nel quale è contenuto.
  • VPN - Abilita l’uso della VPN.
../_images/pc_create.png

La cancellazione dei PC è una semplice azione eseguibile salla Lista dei PC selezionando i PC tramite gli appositi check box e successivamente cliccando sul pulsante Cancella.

6.3 Monitoraggio e controllo dei dispositivi

Cliccando su un dispositivo della Lista dei Dispositivi verranno mostrate le funzinalità per il monitoraggio ed il controllo del dispositivo.

../_images/devices_list_admin.png

Questa pagina contiene tutti i tab relativi alle funzionalità descritte nelle seguenti sezioni.

6.3.1 Generale

Il tab Generale in Dispositivi → Monitoraggio contiene tre aree.

La prima area nella parte superiore sinsitra contiene una tabella con le informazioni base del dispositivo. Le informazioni sono mostrate in accordo con il modello e le caratteristiche del dispositivo.

../_images/device_monitoring_general.png

I parametri mostrati sono:

  • Nome - Nome del dispositivo.
  • Dominio - Dominio in cui il dispositivo è contenuto.
  • Modello - Modello del dispositivo. Es. WE500.
  • Numero di serie - Numero di serie.
  • invio dati - Mostra se il dispositivo ha il permesso di inviare dati al portale.
  • Accesso remoto/VPN - Mostra se il portale ha il permesso di controllare il dispositivo.
  • Pulsante sync - Questo pulsante appare solamente se il dispositivo è online. È usato dal portale per ottenere il permesso di controllare il dispositivo e per ottenere varie informazioni riguardanti il dispositivo stesso.

Di fianco al titolo Informazioni del dispositivo ci possono essere fino a tre icone:

Icona Significato
../_images/edit_icon.png Edita il dispositivo. È la stessa dell’icona Modifica presente nella Lista dei Dispositivi
../_images/events_green.png ../_images/events_red.png Se il dispositivo ha almeno un evento di connettività l’icona sarà verde se nessun evento è scattato mentre sarà rossa se almeno un evento è scattato. Nessuna icona sarà mostrata se non ci sono eventi associati.
../_images/link_icon.png Consente di connettersi direttamente all’interfaccia web del dispositivo. L’icona è presente solo se la VPN è abilitata e se il dispositivo è online

La seconda area contiene una mappa in cui è indicata la posizione geografica del dispositivo.

La terza area nella parte bassa mostra i dati in real-time del dispositivo. Questa informazione è importante per conoscere il valore corrente delle variabili più importanti nel sistema remoto.

Le variabili che sono visualizzate in questa area, la loro quantità e quali sono mostrate viene definito nella Visualizzazione dei dati che verrà spiegata nella sua sezione corrispondente.

Se i dati in real-time non sono mostrati ci potrebbe essere un problema di connettività (ad esempio il dispotivo potrebbe essere off-line) o semplicemente il dispositivo non è configurato per inviare dati al portale.

6.3.2 Real-time

Il tab Real-time in Dispositivi → Monitoraggio mostra l’elenco delle variabili del dispositivo in real-time. Questa è una delle caratteristiche uniche di questo portale in quanto da questa area è possibile non solo monitorare costantenmente il valore effettivo in real-time delle variabili del dispositivo ma anche impostare il loro valore se l’utente ha i permessi.

../_images/device_monitoring_real_time.png

Nella parte superiore destra è possibile selezionare le tempistiche di aggiornamento ovvero ogni quanti secondi/minuti il portale contatterà il dispositivo per ottenere il valore delle variabili.

Cliccando su una variabile apparirà un pop-up che permetterà di settare il valore della variabile sul dispositivo. L’operazione è permessa solo se la variabile è configurata per poter essere scritta e se l’utente ha i permessi.

Inoltre se nel dispositivo alla variabile è associata una condizione di allarme e se essa si verifica, nel portale si vedrà quella variabile evidenziata in rosso come nell’immagine precedente. Nel momento il cui la variabile non è più nella condizione di allarme allora tornerà a non essere più evidenziata.

6.3.3 Logs

Il tab di Logs in Dispositivi → Monitoraggio mostra tutti i log dei dati che il dispositivo ha inviato al portale. Ogni dispositivo può inviare variabili completamente differenti rispetto agli altri dispositivi anche se il modello dei dispositivi è lo stesso. La frequenza di invio dei dati al portale è configurata nel dispositivo, il portale riceve solamente i dati e li salva in database.

Di default i dati sono visualizzati in ordine cronologico da quello più recente. In ogni caso utilizzando le potenti capacità di filtraggio delle tabelle è possibile mostrare i dati in ordine crescente o decrescente, possono essere filtrati in base ad un valore o in base ad una data o ad un periodo di tempo, in più sono presenti funzionalità per la paginazione e la visualizzazione degli elementi filtrati.

Le variabili che sono mostrate in questa area, il loro aspetto, l’ordinamento e come sono mostrati viene definito nella Visualizzazione dei dati.

I dati possono inoltre essere stampati o esportanti nei formati CSV, XLS e PDF.

../_images/device_monitoring_data.png

6.3.4 Eventi

Il tab Eventi in Dispositivi → Monitoraggio mostra se ci sono degli eventi di connettività configurati per questo dispositivo e il loro stato.

La tabella mostra le seguenti colonne:

  • Nome - Nome dell’vento.
  • Tipo - Tipo di evento. Ci sono due tipi di eventi:
    • Quando il dispositivo non invia dati al portale
    • Quando il dispositivo è off-line
  • Azione - Azione da eseguire quando l’vento scatta.
  • Attivato - Indica, tramite un’icona, se l’evento è attivato o disattivato per questo specifico dispositivo.
  • Scattato - Indica, tramite un’icona, se l’evento è scattato per questo specifico dispositivo.
  • Modifica/Cancella - Modifica o cancella l’evento.

Come in ogni tabella nel portale, possono essere filtrati gli eventi tramite qualsiasi stringa.

I dati possono inoltre essere stampati o esportati in formato CSV, XLS e PDF.

../_images/device_monitoring_events.png

La gestione degli eventi dove vengono associati ai dispositivi è spiegata nella sezione Eventi.

Al di sotto di questa tabella si trovano tutti gli eventi inviati dal dispositivo al portale.

La tabella è caratterizzata dalle seguenti colonne:

  • Data - Data in cui è scattato l’vento.
  • Nome - Nome dell’evento.
  • Descrizione - Descrizione dell’evento.

Questi eventi sono configurati nel dispositivo e non possono essere cancellati una volta ricevuti.

6.3.5 Grafici

Il tab Grafico in Dispositivi → Monitoraggio mostra un grafico multi traccia con un numero illimitato e selezionabile di variabili di una determinata data o periodo di tempo. Il grafico può inoltre essere stampato.

Come default, nel momento in cui l’utente apre il tab, viene mostrato un grafico delle ultime 24 ore di una variabile, successivamente l’utente può selezionare le variabili e definire una data o periodo di tempo da graficare.

Il grafico mostra i valori delle variabili selezionate (asse Y) nel periodo di tempo selezionato(asse X). Lo barra dello zoom posta al di sotto del grafico permette di analizzare in dettaglio ogni punto graficato specialmente quando sono presenti un gran dumero di essi e con più tracce.

Le due barre di scorrimento poste alle estremità della barra di zoom permettono di regolare lo zoom. Dopo aver spostato queste barre è possibile, cliccando e tenendo premuto tra le due, far scorrere l’area dello zoom lungo il grafico.

Facendo un doppio clic tra le due barre si potrà resettare lo zoom in modo da far tornare il grafico alle sue dimensioni originali.

../_images/device_monitoring_trend.png

6.3.6 Controllo

Il tab Controllo in Dispositivi → Monitoraggio permette di settare il valore delle variabili in real-time

Controllare il dispositivo in real-time è una delle caratteristiche uniche di questo portale poiché la maggior parte degli altri servizi tentano di emulare questa operazione mediante un polling o altre procedure non affidabili.

I meccanismi usati dal portale assieme ai dispositivi che li supportano, forniscono un metodo affidabile, sicuro ed efficiente per la comunicazione tra portale e dispositivo.

Questa funzionalità è disponibile solo se il dispositivo è configurato per l’accesso remoto e se è on-line. Configurare il dispositivo in accesso remoto è spiegato nella sezione della Gestione dei dispositivi.

../_images/device_monitoring_control.png

Si noti che altre funzioni per il controllo del dispositivo verranno aggiunte nel futuro.

6.3.7 Sinottico

Il tab Sinottico in Dispositivo → Monitoraggio permette all’utente di caricare un’immagine sulla quale poi si potranno posizionare delle etichette e delle icone collegate alle variabili per simulare il sistema monitorato. Questa è una delle caratteristiche uniche di questo portale che permette di costruire un sinottico personalizzato per ogni dispositivo senza l’utilizzo di software esterni, plug-in aggiuntivi o altri programmi.

L’immagine può avere una dimensione massima di 500 x 718 pixel e può essere facilmente caricata trascinandola sull’area e cliccando sul pulsante Salva.

../_images/device_monitoring_synoptic_empty.png

Una volta che l’immagine è caricata, sarà possibile aggiungere le variabili cliccando sul pulsante Modifica che mostrera un menù di impostazioni con le seguenti opzioni:

  • Variabile - Permette di selezionare una variabile tra quelle disponibili.
  • Visualizzazione -
    • Default - Il valore grezzo assunto dalla variabile.
    • Icona -
      • Icone - Permette di selezionare un’icona da associare al valore della variabile.
      • Condizione - Un operatore di comparazione come ad esempio Maggiore a.
      • Valore - Il valore con il quale si comparerà la variabile tramite l’operatore selezionato precedentemente. Se l’espressione risulta vera allora l’icona apparirà di colore rosso mentre verde se risulterà false.

Altre variabili potranno essere aggiunte cliccando sul pulsante Aggiungi variabile. Se la variabile è mostrata con la visualizzazione default verrà mostrata all’interno di un riquadro rosso facilmente ridimensionabile cliccando e trascinando uno dei quattro angoli.

Per rimuovere la variabile basterà eseguire un doppio clic sulla variabile stessa.

Dopo aver aggiunto e posizionato le variabili, basterà clicare sul pulsante Salva per salvare e rendere effettive le modifiche al sinottico.

../_images/device_monitoring_synoptic_full.png

6.4 Eventi

Nel portale gli eventi sono relativi allo stato della connettività del dispositivo.

Al momento ci sono due tipi di eventi di connettività:

  • Quando il dispositivo non invia dati al portale
  • Quando la VPN del dispositivo o l’accesso remoto è off-line

Per ogni evento nel sistema è associata un’azione. L’azione può essere l’invo di una email o di un SMS a uno o più indirizzi email o numeri di telefono contenente un messaggio definito dall’utente.

È da notare che questi eventi non fanno riferimento agli eventi delle variabili definiti nel dispositivo.

La Lista degli Eventi in Dispositivi → Eventi mostra tutti gli eventi del cliente corrente con le sue caratteristiche principali.

../_images/events_list.png

Un utente system o administrator può creare o modificare un evento semplicemetne cliccando rispettivamente sul pulsante Aggiungi o sull’icona Modifica.

Entrambe le operazioni permettono di impostare le seguenti opzioni:

  • Nome - Il nome dell’evento.
  • Tipo - Questa è la condizione che verrà utilizzata per decidere se far scattare o meno l’evento.
  • Azione - Tipo di azione da eseguire.
  • Timeout - Quando la condizione specificata nel campo Tipo è verificata, il sistema aspetta i minuti selezionati prima di eseguire l’azione. Al termine del timeout se la condizione è ancora verificata allora eseguirà l’azione.
  • Abilita - Abilita/Disabilita l’evento.
  • Messaggio - Il testo del messaggio da inviare.
  • Dispositivi - I dispositivi che sono associati a questo evento.
  • Utenti - Gli utenti registrati che riceveranno gli SMS o le email.
  • Telefono/Email aggiuntivo - I numeri telefonici o gli indirizzi email che non sono registrati ma a cui si desidera inviare gli eventi.

6.5 Visualizzazione dei dati

Il portale offre la possibilità di visualizzare il valore delle variabili in modo differente rispetto a come sono nel dispositivo. Ad esempio per la variabile Pompe che può assumere i valori 0 o 1 si può decidere di visualizzare la stringa OFF quando il valore è 0 e la stringa ON quando il valore è 1. È possibile inoltre decidere di visualizzare il valore di una variabile come un’icona o di nasconderla. Tutto ciò è possibile farlo tramite l’applicazione di una visualizzazione.

Una visualizzazione non è altro che un’insieme di regole che definiscono come si dovrà vedere il valore di una variabile.

Recandosi in Dispositivi → Visualizzazione dei dati viene mostrata la Lista delle visualizzazioni dei dati ovvero tutte le visualizzazioni che apaprtengono al cliente. Per crearne una o per modificarla è sufficiente cliccare sul pulsante Aggiungi o sull’icona Modifica.

../_images/data_visualization_list.png

Ogni visualizzazione deve avere un nome che la contraddistingue dalle altre. Se la visualizzazione è già stata creata allora al di sotto del campo Nome verrà mostrata una tabella, inizialmente vuota, che conterrà tutte le regole di visualizzazione per ogni variabile.

../_images/data_visualization_create.png

Per aggiungere una regola o per modificarla si deve cliccare rispettivamente sul pulsante Aggiungi o sull’icona di Modifica.

Entrabe le operazioni permettono di impostare le seguenti opzioni:

  • Nome della variabile - Il nome della variabile a cui si vuole applicare questa regola di visualizzazione.
  • Nome della colonna - Il nome della colonna. Cambiando questo nome, nell’interfaccia grafica la variabile verrà visualizzata con questo nome e non più con il suo nome che ha nel dispositivo.
  • Posizione della colonna - È possibile riordinare le variabili semplicemente cambiando questa posizione.
  • Tipo - Indica il tipo di regola che si deve applicare alla variabile:
    • Default - Il valore della variabile verrà visualizzato come viene inviato dal dispositivo. È possibile impostare:
      • Decimali - Indica il numero di decimali da visualizzare.
    • Hidden - Nasconde la variabile.
    • Boolean - Associa una stringa o un’icona quando la variabile assume un determinato valore. È possibile impostare:
      • Quando il valore è - Il primo valore che deve avere la variabile per applicare la regola.
      • Mostra - La string o l’icona da visualizzare quando la variabile assume il primo valore impostato.
      • Quando il valore è - Il secondo valore che deve avere la variabile per applicare la regola.
      • Mostra - La string o l’icona da visualizzare quando la variabile assume il secondo valore impostato.
../_images/data_visualization_variable_create.png

Non c’è un limite sul numero di regole che si possono definire. Solamente gli utenti di tipo system e administrator possono creare delle visualizzazioni.

Dopo aver creato le visualizzazioni è necessario che vengano associate ai dispositivi. Questa operazione è possibile farla in Dispositivi cliccando sull’icona di Modifica e selezionando sul campo Visualizzazione dei dati la visualizzazione che si desidera.

Le aree in cui si applicano le visualizzazioni sono:
  • La pagina Dispositivi → Elenco dei dispositivi
  • Il sommario in real-time presente in Dispositivi → Elenco dei dispositivi → Monitoraggio nel tab Generale
  • La tabella dei log del dispositivo presente in Dispositivi → Elenco dei dispositivi → Monitoraggio nel tab Logs